Confezionamento prodotti robot pick e place

Le soluzioni

Robot industriali

I settori di applicazione

OEM

L’ampia gamma di soluzioni robotiche disponibili permette di dare soluzione ai più diffusi compiti richiesti ad un robot pick and place per le diverse fasi di confezionamento prodotti.

Grazie ai prestanti duopodi, i prodotti possono essere confezionati anche con prese multiple, riducendo il numero di cicli. I duopodi della autonox Robotics consentono l’aggiunta di gradi di libertà per svolgere attività aggiuntive: il terzo asse permette il movimento di rotazione mentre il quarto asse quello di oscillamento.

I Delta robot, ed in particolare quelli con corsa verticale prolungata (Serie RLZ), possono occuparsi agilmente della gestione di inscatolamenti in imballi profondi. Al fine di ridurre l’ingombro sulla linea di produzione, sempre nella serie Delta, è stata ideata la versione RLE che rende possibile il posizionamento ravvicinato dei robot grazie al layout asimmetrico dei motori ed ai riduttori.

Per i compiti più gravosi, o in tutti quei casi in cui occorrono aree di lavoro particolarmente ampie, è possibile fare affidamento sui robot antropomorfi della gamma ARTICC.
L’offerta di robot industriali in continuo ampliamento comprende anche versioni in Hygienic Design con grado di protezione IP69K per lavorare nel primario soprattutto nei settori food and beverage e farmaceutico.

I vantaggi dei robot pick and place per il confezionamento prodotti sono:

  • Robot indipendenti dal controllore: l’intero processo di automazione può essere realizzato su un’unica piattaforma di controllo;
  • Manutenzione semplificata;
  • Stabilità: i giunti autonox Robotics sono molto robusti e non si possono aprire durante l’esercizio;
  • Affidabilità: garantita dai riduttori speciali autonox Robotics per cinematiche parallele;
  • Collegamenti interni brevettati: minore usura ed aumento delle prestazioni;
  • Payload: da 0,5 kg a 350 kg;
  • Area di lavoro: da 200 mm fino a 2257 mm;
  • presenza di opzioni aggiuntive per migliorare le prestazioni come il sistema di sgancio rapido “ATS” della pinza o l’albero per sistema “TS” (T-shaft) per una presa più salda.