automatizzazione delle fabbriche in Italia
automatizzazione delle fabbriche in Italia

Secondo i dati riportati nel capitolo dedicato alle imprese della relazione annuale della Banca d’Italia, nel 2023 l’automatizzazione delle fabbriche in Italia è cresciuta rispetto agli anni precedenti e per quanto riguarda l’utilizzo dei robot nei processi produttivi l’industria italiana ha sorpassato la Germania.

L’Italia sorpassa la Germania per l’utilizzo di robot industriali

L’utilizzo dei robot industriali è ormai un elemento di assoluto risalto nello scenario produttivo italiano. Lo specchio di azioni esercitate dai robot industriali si sta allargando sempre più, con particolare rilievo per quanto riguarda la produzione di veicoli a motore, i settori della gomma e plastica, farmaceutico, dei computer e dei prodotti di elettronica. Prendendo in considerazione l’area Euro, l’Italia si colloca al terzo posto per l’utilizzo dei robot e dei sistemi di automazione industriale nella manifattura, preceduta solamente dalla Germania e dalla Spagna. Escludendo il settore automobilistico, precisa la relazione annuale della Banca d’Italia, l’industria manifatturiera italiana si colloca invece al primo posto in Europa per quanto riguarda l’automatizzazione.

I settori con un utilizzo dei robot più intensivo 

Andando ad analizzare nel dettaglio l’utilizzo dei robot industriali e delle soluzioni di automazione industriale nei cicli produttivi, il rapporto della Banca d’Italia precisa che “le produzioni di apparecchi elettrici, di macchinari e di prodotti in metallo sono in Italia tradizionalmente più intensive nell’utilizzo di robot; a questi settori si sono aggiunti quelli metallurgico, alimentare e farmaceutico, nei quali il numero di robot installati, inizialmente contenuto, è cresciuto nell’ultimo decennio a un ritmo più sostenuto rispetto agli altri paesi”.

L’integrazione tra la robotica industriale e gli esseri umani

Per quanto riguarda l’integrazione tra le nuove tecnologie di robotica e automatizzazione e gli esseri umani, la nuova sfida generata dall’industria 5.0, il rapporto evidenzia che in Italia l’automazione dei cicli produttivi non sembra, al contrario di quanto avvenuto nello scenario industriale americano, portare con sé gli effetti di sostituzione della forza lavoro ponendosi piuttosto su un piano coadiuvante e non di sostituzione degli uomini. Sul fronte della produttività i dati evidenziano altresì una correlazione positiva dell’utilizzo dei robot industriali.

Ricerca, sviluppo e proprietà intellettuale

Sul fronte della ricerca e dello sviluppo lo studio della Banca d’Italia evidenzia un graduale innalzamento del livello di spesa, che comunque si posiziona ancora al di sotto della media su scala mondiale, trend che paga le conseguenze di un importo di spesa degli incentivi fiscali erogati alle imprese più basso (0,50% del PIL) rispetto alla Francia (0,72) e alla Germania (0,94). Per quanto riguarda infine gli investimenti effettuati sul versante dei prodotti della proprietà intellettuale, nel 2023 si è avuto un innalzamento superiore rispetto agli anni precedenti, dato spinto soprattutto da una crescita delle voci di spesa di software, basi di dati, ricerca e sviluppo.

Scopri tutti i vantaggi dell’utilizzo dei robot industriali

Per integrare nel proprio ciclo produttivo i vantaggi dell’utilizzo dei robot industriali e dei processi di automazione industriale la DCM Italia è in grado di fornirvi tutta la consulenza e l’assistenza necessaria.

Contattaci per scoprire come possiamo aiutarti.

Newsletter

Resta connesso

Sede

Via Piersanti Mattarella, 10
20093 Cologno Monzese (MI)

Fai una chiamata

+39 02 26 26 3604

Inviaci un Fax

+39 02 24 25 650

E-mail

dcmmilano@dcm-italia.it

Filiale

Via Mario Vellani Marchi, 80
41124 Modena

Fai una chiamata

+39 059 22 15 64

Inviaci un Fax

+39 059 22 16 87

D.C.M. Srl © 2020. All Rights Reserved.

CF / P.IVA 01784810150 – Cap. Soc. € 99.000,00 i.v. – R.E.A. Milano 0879944